ManualeStampato - Tutoredattilo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Perché, nell'era dove la digitalizzazione e la dematerializzazione dei documenti sono diventate (sembra) pratiche imprescindibili di ogni realtà burocratica, sia essa pubblica sia essa privata, abbiamo deciso di stampare un manuale che sarebbe potuto essere distribuito facilmente e senza costi per mezzo della rete?
La risposta a questa domanda, prima di essere data, necessita di una breve premessa.
I documenti digitali rappresentano, senza alcun dubbio, una scelta irrinunciabile per molti versi. Un documento digitale, infatti, può essere trasmesso rapidamente e senza costi, può essere archiviato e catalogato in modo da renderlo facilmente rintracciabile, non occupa spazio fisico significativo, può essere duplicato in un numero illimitato di copie, può essere facilmente modificato, non consuma carta, toner o altre risorse, insomma ha tantissimi aspetti positivi tranne... tranne uno che, in certe occasioni, è fondamentale: non può essere "sfogliato".

Nel caso di un "manuale" che si promette di insegnare a utilizzare la tastiera nel modo corretto, il non poter essere sfogliato, magari proprio a fianco della tastiera stessa, rappresenta una limitazione che, a nostro avviso, riduce l'efficacia dell'insegnamento stesso. La nostra decisione, quindi, di affiancare un manuale cartaceo al software per l'apprendimento alla scrittura cieca alla tastiera, è stata presa con cognizione di causa, dopo le opportune valutazioni e non certo per perseverare con una pratica ormai superata dalle nuove tecnologie.
Un software, per quanto "perfetto" possa essere, non può supplire al supporto fornito da un manuale cartaceo, da tenere a portata di mano quando serve un suggerimento al momento giusto. Inoltre, non potendo contare sulla presenza fisica di un insegnante (come succedeva una volta ai corsi di dattilografia) che suggerisca, consigli e magari corregga comportamenti sbagliati, una guida "cartacea" facilmente consultabile diventa, se non indispensabile, molto utile e raccomandata.

I riscontri che abbiamo ricevuto a questo proposito, ci hanno fatto continuare su questa strada, che certamente per noi è molto più complicata (e costosa!) rispetto alla scelta di mettere on-line il testo del manuale stesso. Oltretutto, cosa che spesso nessuno considera, l'attività di invio è altrettanto onerosa, sotto l'aspetto di impegno, di quella dell'aggiornamento costante dei materiali. A ogni modo questa è stata la nostra scelta e, siccome facciamo questa "attività" per nostra passione personale, abbiamo deciso di fare le cose nel migliore dei modi e, senza dubbio, poter contare su di un manuale cartaceo, a nostro avviso, è molto importante e rende l'apprendimento della digitazione alla cieca molto più proficuo.

La nostra convinzione, poi, è sempre stata condivisa e supportata dai tanti utilizzatori che si sono sempre dichiarati molto soddisfatti della scelta fatta e dei risultati raggiunti.
Riprendendo il concetto iniziale, è vero che siamo nell'era della dematerializzazione, ma siamo convinti che non sempre questo sia un aspetto positivo, poiché in certi casi la "carta" conserva i suoi pregi, proprio perché è consultabile sempre, anche quando non si è al PC. Un manuale digitalizzato, tra l’altro, poco si sposa con la digitazione alla tastiera.

Certi, ma soprattutto convinti delle nostre scelte, ricordiamo che noi non "vendiamo" nulla, perché tutti gli importi che chiediamo, corrispondono praticamente a rimborsi di spese da noi spesso già anticipate, e non ci sono guadagni occulti, anzi...
La nostra attività (amatoriale) è svolta solo a livello di "passione" personale e, di conseguenza, non avendo necessità di "far tornare i conti" abbiamo deciso di fare scelte che per noi sono fondamentali e ponderate in funzione dell'esperienza (sul campo) e delle valutazioni personali.

Il manuale cartaceo, "Scrivere con dieci dita sulla tastiera del computer", e il programma che lo affianca, "TutoreDattilo Pro", è senza dubbio un’accoppiata vincente. Siamo convinti che la sinergia tra il manuale e il software sia un valore aggiunto da tenere in considerazione, sia per un uso scolastico, sia privato.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu